Fotografia: Ritratti tagliati

Ci sono dei periodi in cui mi annoio da morire. Capita spesso in realtà. Mi annoio molto in fretta.
E con la stessa velocità con cui mi annoio, mi distraggo.
La noia porta a momenti pieni di idee. La distrazione di solito non me le fa concludere, semplicemente perché nel momento in cui penso ad un’idea e a come svilupparla me ne viene in mente un’altra che sembra migliore.

Poi talvolta riesco a cominciare a svilupparle, anche solo per non scartarle a priori.
Spesso si tratta più che altro di voler capire come funziona qualcosa.

Pochi giorni prima di Pasqua ho acquistato un nuovo modulatore di luce, e come sempre, approfitto poi degli amici che tornano a casa per le feste e dei momenti in cui ci ritroviamo assieme per sottoporli a tortura – in realtà ho l’impressione che non aspettino altro che il mio messaggio: “devo fare dei test“.

Quindi, dopo la classica grigliata di Pasquetta, ho trovato un angolo che mi piacesse all’interno di questo appartamento in fase di ristrutturazione, e ci siamo messi a giocare.

Ovviamente nel frattempo mi sono distratta, finendo alla fine per decretare dopo due foto che il modulatore mi piaceva tantissimo, e quindi l’ho chiuso e mi sono inventata un modo diverso di gestire la luce!

Leave a Comment